Ecco, ci sono giorni come questi, quando tutto all’improviso tace. Mattine quando ti fermi, seduto al tavolo in cucina, perche incontri il silenzio. Ecco, siamo soli. Tu ed io. Io molto di meno e Tu. Io inizio e finisco dentro questo pensiero debole, che appena appena riesce a penetrare tramite la mia coscenza,  e quando sta per raggiungere il mio palato, si ferma. Perche vorebbe dire grazie, ma si accorge che questa parola non basta. Tu ci sei. La realta’ , la verita’  immutabile, concreta, presente, piena di forza attorno a me. Davanti a me. Sopra di me.  Non come me. Io sono un avanti-indietro di emozioni e movimenti che non riescono quasi mai ad unirsi sulla stessa linea. Tu invece ci sei. Oggi, sta mattina, reale, concreto, camminando sulle strade, sulla croce, risorto, asceso, pieno di amore, pieno di compassione, rivolto sempre verso di me. Per un istante, dentro al tuo sguardo esisto anch’io. Fermami li.

Reclame